Importanza di questa arte, unica. 

 

Quando noi siamo davanti ad una Icona non siamo soltanto in presenza di una tavola Sacra da pregare, ma soprattutto siamo di fronte ad un’opera d’arte straordinaria, unica, irripetibile.

Iniziamo a capire perché la valenza di un’Icona ha le unicità sopra citate.

Quando nasce un’opera iconografica l’iconografo deve, con molta attenzione e con grande distacco dalle sue emozioni, cercare di rispettare i canoni, cioè le “regole” pittoriche, storiche e dogmatiche che la Chiesa ortodossa ha dato nella sua storia per la rappresentazione delle immagini sacre. 

Inoltre deve scrivere tali opere nel rispetto artistico, cioè deve utilizzare, come ogni altro artista, il meglio dei materiali, affinché l’Icona duri a lungo, per “l’eternità”. Come il mondo Divino è eterno, anche la sua rappresentazione lo deve essere, almeno in termini umani; tre, quattro generazioni erano circa cento anni, il massimo, che, per i tempi andati, erano “l’eternità.

Le migliori Icone erano scritte, dipinte, per i benestanti, i nobili, i notabili  delle varie epoche. Erano commissionate da queste persone che avevano possibilità economiche di investimento. Le icone erano acquisti importanti per le famiglie russe e non solo russe. Venivano destinati ingenti somme per l’acquisizione di questi straordinari dipinti. Proprio come in occidente venivano investiti molti denari per le opere d’arte; vedi nel Rinascimento e nei vari secoli postumi. 

Anche la Chiesa commissionava Icone importanti, proprio come la Chiesa occidentale commissionava dipinti religiosi da grandi maestri, ad ogni livello.

Per cui si può affermare che le icone sono simili, come importanza, alle nostre opere dei secoli scorsi.

(continua – 2)

Vai alla sezione Shop per visitare la nostra stupenda galleria di Icone Antiche.

Grande qualità alla giusta valutazione.